Macchina Vasariana 3D

Durante le giornate di Abilitando tenutesi il 25 e 26 settembre 2015, il Lions Club, promotore dell’evento, ha donato al Museo S. Croce un modellino in scala della macchina Vasariana, l’originale altare tardo cinquecentesco presente all’interno della chiesa fino agli inizi del settecento.

L’opera è stata realizzata con una stampante 3D partendo dagli elaborati realizzati per la ricostruzione virtuale della medesima sviluppati dall’università di Pavia in occasione dei festeggiamenti del 2004 per il cinquecentenario della nascita del papa boschese. Tale realizzazione ha simboleggiato lo scopo prefisso dall’iniziativa: la tecnologia usata come mezzo di supporto ed informazione anche per le persone portatrici di Handicap non solo nelle primarie esigenze della vita ma anche per la fruizione dell’arte

Essa infatti è concepita sia per visualizzare ai visitatori normovedenti la complessità architettonica della struttura sia per illustrare a quelli ipovedenti la forma ed i diversi materiali con cui era costruita: le parti dipinte presentano infatti una superficie liscia mentre quelle in legno sono lavorate in modo da riprodurre al tatto la tipica venatura caratteristica del materiale.

Il modellino è tuttora visibile all’interno della sala capitolare.

In seguito al grande successo dell’iniziativa, sempre il Lions Club ha donato anche una stampa in 3D della pala con il giudizio universale, conservata all’interno della chiesa.

Anche quest’opera è stata pensata per rendere fruibile l’impianto museale a persone con deficit visivi.