Nuovo cimelio per il Museo

Dal 7 ottobre è possibile ammirare all’interno del Museo uno dei panni lavorati a piccolo punto,appena restaurato, e che ornava, assieme ad altri otto, le lesene tra le cappelle nella navata della Chiesa.
La serie di panni rappresenta episodi della passione di Cristo.
Tutti sono suddivisi in tre parti: in alto un angelo dispiega un cartiglio con un motto, al centro la scena della passione e in basso i simboli dell’episodio.
I panni, di fattura seicentesca, sono stati donati al convento di Santa Croce di Bosco negli anni successivi alla
riapertura del convento dopo la soppressione napoleonica. La donatrice è stata identificata in una nobildonna piemontese, probabilmente la Contessa Gabriella Nomis di Cossilla, terziaria domenicana.
Il panno esposto raffigura l’episodio di Cristo inchiodato alla Croce ed in alto riporta il motto “Ex vulneribus salus” mentre in basso è raffigurato il pellicano che nutre i suoi piccoli col proprio sangue.